La solitudine dei numeri pari

Tags

La solitudine dei numeri pari

Ieri si sono svolte le finali del campionato open femminile di pallavolo e entrambe le nostre squadre erano impegnate,  l’A nella finale 3/4 posto contro l’Atlas S.Stefano e il B contro il Porto Fuori per il titolo provinciale. Prima a scendere in campo l’A che riusciva a prendere il pallino delle operazioni da subito e con grande determinazione, nonostante un leggero infortunio occorso ad Elisa che ha lasciato il campo momentaneamente, chiudendo la frazione a proprio favore in maniera abbastanza netta. Dietro l’angolo però ci attendeva un momento di grande crisi frutto di una serie di errori gratuiti dovuti in gran parte ad una diversa concentrazione delle nostre atlete che hanno dovuto subire la lenta ed inesorabile rimonta delle ragazze dell’Atlas che al contrario si facevano sempre più coraggio e riuscivano a strappare un 2-1 finale che ragalava loro il terzo posto finale. Certamente l’amarezza di aver gettato al vento una buona occasione sparisce subito facendo il bilancio della stagione di questa squadra che è riuscita a raccogliere finalmente i frutti di tanto lavoro portando a casa una meritata coppa Emilia-Romagna e un quarto posto miglior piazzamento nel campionato provinciale. A seguire sono scese in campo le squadre per la finalissima e fin dalle prime battute ci attanagliava il sospetto che questo non fosse proprio un pomeriggio favorevole lo abbiamo potuto constatare dalla scarsa grinta delle nostre ragazze che al cospetto della giovane compagine del Porto Fuori, rinforzata in questo finale di campionato da un paio di innesti di categoria superiore, non hanno saputo imporre il loro gioco scontrandosi con una difesa arcigna e subendo una serie di attacchi sì validi ma ai quali non si è la giusta resistenza. Il primo set è stato terreno di conquista delle avversarie che però nel secondo set hanno dovuto subire il ritorno delle nostre ragazze che punto a punto stavano arrivando ad un meritato pareggio invece  un paio di errori, assolutamente da evitare, hanno  ribaltato la situazione realizzando il 2-0 avversario. Il terzo set è stata quasi un’agonia, le ragazze avevano sì voglia di fare ma non sono riuscite ad organizzarsi lasciando alle avversarie la possibilità di condurre la gara fino ad un inatteso 3-0. Una sconfitta maturata, come detto, da una serie di errori gratuiti e da un’atteggiamento  troppo rinunciatario delle nostre ragazze ma che non toglie il merito di essere arrivate senza sconfitte a questa finale e di essere stati lineari nel cammino durante tutto l’anno valorizzando tutte le nostre ragazze che continuano ad essere una bella realtà per la pallavolo ravennate. Certamente un pomeriggio non bello come risultati ma che ci da la consapevolezza del buon lavoro che svolgiamo, del messaggio alternativo che riusciamo a dare in un mondo dello sport di oggi dove purtroppo, visto gli ultimi sviluppi nel calcio di serie A, la persona, i valori e l’educazione civica sono sacrificati sull’altare del risultato a tutti i costi e alla mera ricerca dell’interesse economico. 

Un grande grazie alle ragazze, agli allenatori e a tutti coloro che con passione e gioia continuano a rendere possibile questo nostro progetto.

Copyright © 2021 SS Redentore. Design: goodkarma. - Area Riservata

Privacy Policy