Ci manca qualcosa

Tags

Ci manca qualcosa

Sabato si è giocata la terza partita dell’anno nuovo e la vittoria alla prima annuale è già un lontano ricordo.

Sia questo che il Sabato precedente il Redentore calcio scivola in due sconfitte pesanti, non tanto nel risultato, quanto perché hanno affrontato due avversari dello stesso calibro e di ugual classifica.

Prima perde in trasferta 2 a 0 contro il Mezzano e poi chiude l’ultima giornata del girone di ritorno con un 1 a 3 in casa a favore del Cà Rossi Savio.

Partiamo dall’ultima partita, che è poi il riassunto di tutto il girone di andata del Redentore, portiere d’occasione (per sto giro e per la 3° volta ancora Mister Tony), modulo 4-2-3-1 e buon gruppetto di 5/6 pronti ad entrare dalla panchina. I ragazzi partono bene 5/6 min di buon calcio, palla bassa, ci si viene incontro, due occasioni davanti al portiere poi…BUIO…palle alte, passaggi a caso, fretta, avversario che picchia e noi indietreggiamo, non ragioniamo più e momenti di calcio veramente brutto, che si conclude con la classicadormitacheciscappasicuroalmenounavoltapertempo palla che resta ferma li in mezzo all’area piccola che Fantozzi riesce a calciarla dentro. Sotto 1 a 0. Sveglia! Il Redentore si riprende dopo lo schiaffone e finisce gli ultimi 10 min del primo tempo aggressivo, quadrato e (come qualche volta, come stavolta) ritrova il goal. 1 a 1.

Spogliatoi e ritorno in campo. I secondi tempi, a dispetto dell’antica tradizione redentorina e forse grazie ad una forma fisica migliore degli avversari con cambi freschi e affidabili, sono di norma migliori della prima frazione di gioco. Infatti il Redentore torna a giocare una parvenza di calcio, palla quasi sempre a terra, passaggi abbastanza riusciti e almeno 5/6 occasioni che ci facciamo neutralizzare (ovviamente) o gettiamo alle ortiche per eccesso di “buonismo”. Beh ma è finita 3 a 1…certo la seconda classicadormitacheciscappasicuroalmenounavoltapertempo ci piega le gambe intorno al ventesimo, poi ovvio che il  terzo goal lo prendi se cerchi disperatamente di fare tu il secondo.

Questo è tutto, non c’è altro molto da dire. Non segniamo, ci addormentiamo ogni tanto e siamo un po’ troppo morbidini. Detto questo rimane un gioco a tratti piacevole e bene o male 5/6 occasioni da goal le creiamo sempre.

Il girone di andata è finito. Direi che sarebbe ora di tirare una riga e riaprire un ciclo nuovo.

Abbiamo ritrovato un portiere (il nostro portiere), Tony può tornare a gestire partita e ragazzi senza pensare ad altro (a testimonianza che giocare ed allenare non è fattibile), la forma fisica c’è, quindi: non ci sono più scuse, diamoci da fare!

Le prime partite del girone di ritorno non sono certamente contro avversari facili, ma visto che ci esaltiamo sempre per le cose più difficile…sperare non è peccato!

P.S. abbiamo BRAMATO il goal e non l’abbiamo fatto…un gran bomber (Bobo) diceva che più ci pensi più non lo fai…quindi, togliamo ci dosso la paura del risultato e giochiamo a calcio…chissà?!

Copyright © 2019 SS Redentore. Design: goodkarma. - Area Riservata

Privacy Policy