NIENTE DA FARE LA FORTUNA CI VEDE BENISSIMO E NON CI VUOLE

Tags

NIENTE DA FARE LA FORTUNA CI VEDE BENISSIMO E NON CI VUOLE

Sabato 7 maggio 2011, finalmente (non per noi) un sole che spaccava le pietre, sperduti in un paesino della Romagna i ragazzi del Redentore provano a ribaltare una stagione che non la racconta giusta giusta.

Il SSR calcio deve battere i ragazzi dell’Atletico Lugo per accedere alle semifinali della Godoli, e l’impresa non è così inaccessibile, in campionato è già successo.

Il caldo è veramente tanto, ma i nostri giocano un buon primo tempo, corrono e costruiscono come ormai capita da diverse partite a sta parte, il tempo passa e i ragazzi ci credono sempre di più, si chiude la prima metà però sullo 0 a 0. Dopo una pausa ristoratrice, Leo arriva puntuale con un bel the fresco riparte il secondo tempo, il ritmo è più blando, nel primo abbiamo dato molto, ma dopo una decina di minuti da una punizione dal limite Luca, finalmente direi, insacca nell’angolino alto alla sinistra del portiere avversario. Il goal fa un po’ tirare il fiato al Redentore che si rilassa troppo e dopo una decina di minuti una punizione innocua degli avversari libera uno di loro al tiro dentro l’area e nasce il goal del pareggio. Da lì alla fine il risultato non cambia, e anche dopo i due tempi supplementari lo 0 a 0 resta immutato, si contano solo i colti da crampi da entrambe le parti.

Siamo ai rigori, come si sol dire siamo arrivati alla lotteria, e tutti siamo d’accordo che in questi casi la fortuna conta. Sta di fatto che finisce 4 a 3 per loro e noi ce ne torniamo a casa.

Leggendo brutalmente classifica e numeri alla mano forse è il risultato più scontato. Lasciatemi dire, e non solo perché sono di parte, dietro quei numeri ci sono ben altri risultati, molte volte quest’anno, più di altre stagioni, le partite sarebbero dovute finire diversamente, tanti i punti e i goal sprecati ogni week-end, noi umili lavoratori del pallone non possiamo permettercelo e cosi non possiamo contare certo sulla fortuna, che giusto in un paio di occasioni si è accorta di noi, ma ogni partita dobbiamo sudarcela e costruirla con un buon allenamento.

Quello che resta è un bel gruppo di persone, desiderose di crescere e soprattutto fare sempre meglio, e soprattutto gente e squadra con un gran spirito, torta e bevande a fine partita sono solo un piccolo esempio di come si può vivere il calcio come un divertimento. Le basi sono state fondate, adesso bisogna sfruttarle.

Un grazie a tutti di cuore per l’ennesima emozionante stagione che si è purtroppo già conclusa, proprio adesso che stavamo ingranando di brutto, ora ci aspettano grigliate e feste poi a settembre si riparte belli carichi!!!

Pagelle:

FEFO 7: normale lavoro di amministrazione, qualche uscita giusta, devia due punizioni sulla traversa, solo un paio di rinvii sbilenchi; sul goal non poteva fare molto. Poi i rigori! Uno lo para e uno quasi. Mezzo voto in più perché sopporta una simpatica vecchina che gli inveisce contro così a caso per metà del secondo tempo.

RED 7+: ringalluzzito dal goal della scorsa partita si propone spesso nella costruzione del gioco, esibendosi in uno slalom tra 4/5 giocatori avversari come il miglior Tomba. Insuperabile in fase di copertura, infatti l’uomo marcato da lui il secondo tempo cambia fascia. Uscito per infortunio la mancanza si è fatta sentire.

WALKER 7: mezzo voto in più perché alle 13:45 chiama e dice “sto arrivando al lavoro mi hanno tagliato!” e per fortuna ormai è soprannominato “the wall”. Copre, chiude e non spreca un pallone in più l’intesa con il compagno di difesa da sicurezza a tutto il reparto.

TUCU 7: potrei scrivere vedi sopra, solo che lui si sapeva che ci sarebbe stato. Dove non arriva col fisico va di esperienza e ne ha tanta. Gran bella partita come sempre direi.

REPO 6,5: risente di una settimana a casa mezzo acciaccato e senza allenamenti, il caldo gli da molto più fastidio che ad altri, però si propone e torna con gran furore e non toglie mai la gamba, esce per Savio stremato, ha dato tutto come sempre.

STRADA 7,5: se devo decidere chi ha mollato per ultimo beh non c’è dubbio…lui. Motorino del centrocampo, terza partita di fila, e soprattutto di gran spessore. Corre dal primo all’ultimo minuto (il 90esimo non il 70esimo) va a coprire tutti i compagni, si propone, recupera palloni a non finire e va anche al tiro, sul dischetto ci va e segna anche. Peccato che sia cosi…enigmatico!

GORI 7+: torna nella posizione che gli spetta, ovvero davanti alla difesa, e sfoggia una partita maiuscola. Letteralmente non butta via un pallone, con intelligenza tattica li gioca tutti, fa girare la squadra da vero direttore d’orchestra.

BUSKE 6,5: ci mette l’anima, dove non arriva con il fisico (è un po’ che non riesce ad allenarsi) ci arriva col cuore, i supplementari li fa con i crampi e non si tira indietro nel tirare i rigori, purtroppo non entra, ma resta una gran partita anche la sua.

LUCA 7+: era già pronto a sacrificarsi come difensore centrale, poi l’arrivo di Walker gli fa fare un deciso balzo in avanti gioca da trequartista e si infoia di brutto. Come suo stile attacca ogni pallone, aiuta i compagni e cerca anche qualche bella giocata. È quello che forse ci crede di più. Punizione d’antologia e rigore impeccabile.

BALDO 7: corre e combatte come al suo solito, molto spesso si trova da solo con la difesa avversaria e forse la tanta corsa lo sfianca nel momento decisivo, meno incisivo di altre volte ma sempre presente. Anche lui insacca il rigore e a partita finita è il primo a risollevare il morale con torta e coca-cola!Decisamente un buon capitano.

GENTI 6,5: dopo 15 minuti non ne aveva più (l’ultimo allenamento che ha fatto c’era la neve) e da li in poi inizia ad entrare in partita. Con un malizia fuori dal comune difende ogni pallone e guadagna punizioni a non finire. Gioca in un ruolo che non è il suo, ma si da comunque un gran da fare, partita di gran cuore, finisce oltre lo stremo.

SAVIO 6,5: oggi è in carica dura, entra al posto di Repo ed oltre a non far mai arrivare al cross il suo avversario è quello che ci crede di più. Si propone e chiede a gran voce la palla, ma i suoi compagni ormai son troppo cotti.

FIORI 6,5:certamente più offensivo di Red, ma lascia anche più scoperta la fascia del compagno. Il suo ingresso ha dato a molti la speranza che qualcosa potesse accadere…infatti ha sfiorato il goal di testa a due minuti dalla fine.

TONY 7/4: voto diviso tra coraggio e risultato finale. Non gioca perché infortunato, ci crede più di tutti nell’impresa, mette in campo la squadra e carica i suoi. Ad un minuto dalla fine rileva Gori per calciare i rigori, va per ultimo, niente da dire scelta coraggiosa e poi il rigorista è lui, 3 rigori su 3 in campionato, ma la fortuna stavolta non lo accompagna.

VASI & LEO 7,5: finalmente il primo si passa un bel pomeriggio di sole, è con i suoi anche a cà di Lugo e un po’ più in là. Il secondo compare a fine primo tempo con bicchieri e the…questo è lo spirito!

Copyright © 2020 SS Redentore. Design: goodkarma. - Area Riservata

Privacy Policy